Papà Gambalunga – Serie animata





Judy Abbot è una trovatella. I suoi genitori l’abbandonarono ancora in fasce davanti ad una chiesa in un misero quartiere di New York, e fino a 14 anni ha sempre vissuto presso l’orfanotrofio “John Gryer”. Dei suoi genitori non sa nulla: il suo cognome è stato preso dall’elenco telefonico (Abbot è il primo della lista) e il suo nome da una tomba del vicino cimitero Terminate le scuole medie, il suo destino sembra quello di essere avviata al lavoro, ma il presidente del comitato dell’istituto, colpito dal suo talento nella scrittura, decide di diventare suo tutore offrendole la possibilità di frequentare le scuole superiori. L’ignoto benefattore che desidera rimanere anonimo (si farà chiamare John Smith) pone come unica condizione che Judy gli scriva periodicamente per tenerlo al corrente dei suoi progressi nello studio e nella vita. L’unica immagine che Judy ha di questo eccentrico personaggio, è la sua lunga ombra dalle gambe sottili proiettata contro una parete dalla luce radente dei fari della sua automobile: la ragazza deciderà quindi di soprannominare il suo tutore “Papà Gambalunga” L’articolo Papà Gambalunga – Serie animata proviene da GuardaSerie.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 22 Marzo 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »